hotel.fi.it

Tuor e Vacanze a Firenze

Firenze


Guida turistica di Firenze

Firenze è una città della Toscana, meta turistica fra le più visitate in Italia, con milioni di turisti ogni anno, provenienti da tutto il mondo.

Geograficamente, Firenze è situata nella pianura del fiume Arno.

Il turismo a Firenze è molto sviluppato, grazie al magnifico centro storico che nel 1982 è stato dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO: presenta edifici di considerevole valore architettonico e storico oltre ad un’abbondante numero di opere d’arte. Le strutture sono caratterizzate da origini molto variegate: coprono infatti un vastissimo arco di tempo che va dall’età medievale al ventesimo secolo. Stupendo e assolutamente imperdibile è il paesaggio costi-tuito da: ville, conventi, pievi e piccoli e suggestivi borghi. Risalgono al periodo della dinastia dei Medici.


Cenni storici sulla città di Firenze

L’antica colonia romana di Florentia - il cui Foro al centro del castrum corrispondeva all’attuale Piazza della Repubblica - fu fondata nel 59 a.c.; la rapida espansione territoriale comprese presto anche il vicino insediamento etrusco di Fiesole. Dopo la decadenza delle epoche barbariche la città, a partire dall’XI secolo, andò affermandosi come libero Comune in felice equilibrio fra l’autorità dei Papi e quella degli Imperatori, superando, quindi, il disagio delle lotte interne fra Guelfi e Ghibellini.

È fra Duecento e Trecento, all’epoca di Dante e Boccaccio, Giotto e Arnolfo di Cambio, quando vengono erigendosi alcuni dei suoi edifici simbolo come Palazzo Vecchio e la cattedrale, che la città vive una fertile stagione culturale, in coincidenza con uno straordinario sviluppo economico: grazie ai suoi artigiani, mercanti e banchieri organizzati nelle celebri Corporazioni di Arti e Mestierile Arti di Calimala e della Lana, legate alla lavorazione e commercializzazione dei preziosi tessuti erano fra le più importanti - Firenze affermò la sua potenza economica in Europa, soprattutto con l’introduzione del fiorino d’oro, la prima vera moneta internazionale.

Nel Quattrocento, in pieno Rinascimento, Firenze conobbe il suo massimo splendore, grazie anche alla concentrazione di personalità geniali come Filippo Brunelleschi e Leon Battista Alberti per l’architettura, Masaccio, Filippo Lippi, Sandro Botticelli per la pittura, Donatello, Ghiberti, Luca della Robbia per la scultura con all’apice i due grandissimi ingegni di Leonardo da Vinci e Michelangelo. Sempre nel XV secolo, grazie soprattutto a Cosimo il Vecchio e Lorenzo il Magnifico, si affermò la signoria della famiglia Medici.

Nel Cinquecento - dopo le parentesi repubblicane che videro rispettivamente come protagonisti, Savonarola e Machiavelli - venne instaurato un regime dinastico. La corrente artistica del Manierismo, affermatosi intorno al 1520 con Pontormo e Rosso, rispecchia bene l’inquietudine politica del momento. Nel 1555, con la conquista di Siena, avvenuta un secolo dopo quella di Pisa, il Granducato di Toscana raggiungeva la sua massima espansione territoriale, sotto il governo di Cosimo I.

Il Seicento, è caratterizzato dallo straordinario sviluppo della Scienza - che vide in Galileo uno dei principali protagonisti di cui sono testimonianza i numerosi musei ad essa dedicati. Nel Settecento Firenze conobbe un altro interessante fenomeno, il Gran Tour: insieme ad altre città d’Italia, Firenze, “culla del Rinascimento”, fu tappa d’obbligo per i numerosi giovani aristocratici e intellettuali provenienti dal Nord Europa.

Estintasi nel 1737 la dinastia medicea, il Granducato passò ai Lorena fino al 1859. Nel periodo in cui fu Capitale d’Italia (1865 al 1870) la città subì profonde trasformazioni, come la demolizione delle mura sostituite dall’anello dei viali, e lo sventramento del Mercato Vecchio, attuale Piazza della Repubblica. Intorno alla metà dell’Ottocento si afferma, parallelamente all’impressionismo francese, la corrente artistica dei pittori macchiaioli (Fattori, Lega, Signorini).

Agli inizi del XX secolo anche Firenze viene coinvolta nello sviluppo industriale, continuando a persistere una tradizione artigiana, in parte collegata ad antiche radici di qualità.

Duramente colpita durante il secondo conflitto bellico, Firenze ha vissuto i momenti più alti e drammatici della sua storia recente nell’agosto del 1944, con la liberazione della città dai nazifascisti e, nel novembre del 1966, quando le acque dell’Arno invasero la città. Firenze sta attraversando in questi ultimi tempi un periodo di profonde trasformazioni - dalla pedonalizzazione di piazza del Duomo e dell’Oltrarno alla realizzazione di importanti opere infrastrutturali (tramvia) e architettoniche come il Nuovo Teatro dell’Opera e il Palazzo di Giustizia, nel tentativo di coniugare le esigenze della modernità con il rispetto della tradizione. Dal 1982 il centro storico di Firenze è Patrimonio Mondiale dell’Umanità, Unesco.


Tour a Firenze

Per visitare la città di Firenze, sarebbe necessario molto tempo. Ci limitiamo a fornirti degli itinerari per un tour a Firenze che è possibile fare in un giorno due giorni o un weekend.


Tour a Firenze di 1 giorno

Con un solo giorno puoi esplorare il nucleo del centro cittadino. Parti da piazza del Duomo, dove si trovano gli edifici religiosi più importanti, la cattedrale di Santa Maria del Fiore, coronata dalla cupola, mentre a lato della facciata della cattedrale si trova lo snello campanile di Giotto e di fronte il Battistero di San Giovanni.

Seguendo l’animata via dei Calzaiuoli passi accanto alla chiesa di Orsanmichele adorna di sculture, e poco dopo sei in piazza della Signoria, il cuore politico di Firenze.

Qui si erge dalla fine del 1200 il Palazzo della Signoria o Palazzo Vecchio, la sede del Comune oltre che museo, affiancato dalla Loggia dei Lanzi, che espone statue di molti artisti.

Collegato a Palazzo Vecchio l’imponente edificio degli Uffizi, progetto del Vasari e sede della Cancelleria Medicea, un museo paradigmatico per l’arte italiana. La visita della Galleria necessita di alcune ore; se non hai tempo prosegui a piedi verso il Ponte Vecchio, uno dei simboli della città, oltrepassi l’Arno per trovare il quartiere di Santo Spirito.

Dei quattro quartieri storici cittadini tre (San Giovanni, Santa Maria Novella e Santa Croce) sono di qua d’Arno, uno solo, Santo Spirito, si trova sulla riva sinistra.

Qui c’è piazza Pitti, con il Palazzo omonimo, sede di vari musei e arricchito di un parco monumentale, il Giardino di Boboli. Se hai ancora un po’ di tempo dirigiti verso piazza Santo Spirito dove si può respirare l’atmosfera vivace del quartiere che è sede di numerose attività artigiane ed è centrato proprio sulla chiesa di Santo Spirito, opera di Brunelleschi.

Completa la visita con il complesso di Santa Maria del Carmine, dove Masaccio affrescò la Cappella Brancacci.


Tour a Firenze di 2 o più giorni

Non lontano dalla principale stazione ferroviaria si trova la splendida basilica che le ha dato il nome.

Santa Maria Novella e il Museo omonimo. Prosegui verso Palazzo Strozzi, uno dei più significativi edifici rinascimentali e ora sede di mostre d’arte.

Procedendo verso piazza della Repubblica si arriva al nucleo “romano” della città, mentre l’attuale piazza è frutto dell’assetto ottocentesco. Tornando verso piazza Duomo e poi verso via Martelli dopo pochi metri ti imbatti in un altro grande edificio rinascimentale, Palazzo Medici Riccardi, la casa di Cosimo il Vecchio della famiglia Medici; in zona ti suggeriamo la visita di altri due luoghi legati ai signori di Firenze.

Il primo è la chiesa di San Lorenzo, collegata anche alla Biblioteca Mediceo Laurenziana, alla Sagrestia Vecchia e alle Cappelle Medicee. Il secondo è piazza San Marco, che raggiungi da via Cavour, dove trovi la chiesa e il convento di San Marco.

Nei pressi si trova il museo della Galleria dell’Accademia, mentre proseguendo ancora arrivi alla armoniosa piazza Santissima Annunziata, circondata da edifici a portici, di cui il più importante è lo Spedale degli Innocenti, e la basilica della Santissima Annunziata.

A sinistra della chiesa all’angolo con via Capponi si trova l’ingresso del Museo Archeologico, con raccolte etrusche, romane ed egizie.

Completa la visita con la Sinagoga e il Museo ebraico.


Tour alternativo

Di qua d’Arno ti consigliamo la visita al Museo dell’Opera del Duomo; da qui, percorrendo via del Proconsolo raggiungi il severo Palazzo del Capitano del Popolo, oggi Museo del Bargello con fondamentali opere di scultura (Donatello, Michelangelo); opere di Michelangelo si trovano anche nella vicina Casa Buonarroti, dalla quale in pochi minuti ti troverai in Piazza Santa Croce, dominata dalla celebre Basilica, Pantheon delle glorie italiane.

Tornando verso l’Arno, troverai alla tua sinistra un palazzo rinascimentale sede del Museo Horne, e oltre il ponte alle Grazie il Museo Bardini.

Gli appassionati di scienza non dovranno invece lasciarsi sfuggire il Museo Galileo, che custodisce importanti strumenti scientifici compresi i cannocchiali di Galileo Galilei, e che si affaccia sull’Arno.

Salendo per le ripide e suggestive Costa Scarpuccia e Costa San Giorgio si raggiunge uno dei luoghi più spettacolari di Firenze, Forte Belvedere, mentre con una bella passeggiata all’ombra degli alberi del viale dei Colli si arriva alla basilica romanica di San Miniato al Monte.

Poco sotto la chiesa ecco il piazzale Michelangelo, balcone sulla città, molto amato dai turisti.


Musei a Firenze

Firenze conserva nei suoi musei un patrimonio artistico e storico straordinario, visitato da quasi cinque milioni di turisti ogni anno che vengono in città non solo per ammirare i suoi capolavori ma anche per godere della bellezza del territorio, con i suoi monumenti, palazzi, giardini storici.

Firenze vanta un eccezionale patrimonio d’arte, testimonianza splendida della sua secolare civiltà, conservato in gran parte negli oltre 70 musei cittadini. In molti di questi (Uffizi, Galleria dell’Accademia, Palazzo Pitti, Palazzo Vecchio, solo per citare i principali) si possono verificare code particolarmente lunghe; per evitare di perdere tempo, ottimizzando così il tuo soggiorno, puoi scegliere fra una serie di opzioni.

I funzionari dell’Ufficio Città di Firenze svolgono attività di coordinamento, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico dei quattro settori del Centro Storico e dei quartieri periferici del territorio comunale, collaborando con enti pubblici e privati, alla salvaguardia e alla valorizzazione dei loro beni artistici e delle loro collezioni, coordinandone i restauri e i progetti culturali e scientifici volti alla conoscenza di realtà meno famose ma altrettanto importanti dal punto di vista storico e artistico.


Info Musei

L’ingresso ai musei gestiti dallo Stato è gratuito agli under 18 e agli over 65 dell’Unione Europea, ricorda che molti di questi sono chiusi il lunedì. I musei gestiti dal Comune di Firenze prevedono riduzione nel biglietto per bambini dai 3 ai 17 anni, per giovani da 18 a 25 anni e per chi ha più di 65 anni.

È possibile anche effettuare la prenotazione (telefonica e on line), a pagamento, per i singoli musei statali:


Firenze Card (carta per visitare i musei a Firenze)

Con la Firenze card si possono visitare, prenotazione inclusa, ben 50 musei (fra i quali sono compresi tutti i principali) al costo di 50 (suscettibile di variazione) euro nell’arco di 72 ore durante le quali è previsto anche il trasporto su bus urbano e tramvia. Si acquista in molti musei e negli infopoint Stazione SMN e Cavour.


Infopoint per Musei a Firenze

Ti consigliamo di richiedere presso gli infopoint gli orari aggiornati di tutti i musei (statali, comunali e altri), chiese, ville e giardini di Firenze. Gli orari infatti cambiano frequentemente, anche in base alla stagione, mentre i biglietti subiscono variazioni se il museo ospita una mostra oppure no.


Descrizione di alcuni Musei a Firenze

Di seguito viene riportata la descrizione dei principali Musei a Firenze:


Monumenti a Firenze

Chiese a Firenze

Di seguito viene riportata la descrizione delle principali Chiese a Firenze:


Palazzi a Firenze

Di seguito viene riportata la descrizione dei principali Palazzi storici a Firenze:


Piazze e vie di Firenze

Di seguito viene riportata la descrizione delle principali piazze e vie a Firenze:


Altri monumenti a Firenze

Di seguito viene riportata la descrizione di altri monumenti a Firenze:


Hotel ed Alberghi a Firenze

Abbiamo selezionato per voi un elenco di hotel 2,3,4,5 stelle a Firenze ... qui, mentre gli alberghi 2,3,4,5 stelle ... li trovate qui.


Turismo a Firenze

Di seguito riportiamo il link del sito ufficiale del comune di Firenze : www.comune.fi.it ed il sito ufficiale del sito sul turismo a Firenze: www.firenzeturismo.it.

Se invece necessiti di una visita organizzata, puoi rivolgerti alle agenzie di viaggi e turismo a Firenze ... selezionate per te oppure alle guide turistiche iscritte all' albo di Firenze.


La informazioni sulla città di Firenze qui contenute, sono liberamente tratte da "Firenze Info" (guida turistica su Firenze realizzata da www.enit.it)